x

Diventa Fan!

Suggerisci selacapo.net ai tuoi amici!

Ti Piace?

Per uno che se ne va, centomila ne rimangono. Quindi? (di Guido Ingenito)

12 aprile 2012 12:59 0 comments

Non ho mai dubitato che prima o poi qualcuno della Lega facesse davvero il “passo falso”. E così, grazie a un grazioso e semplice tesoriere, un altro coperchio è saltato ed ecco uno dopo l’altro buchi neri fatti di tangenti e ristrutturazioni fatte a propria insaputa.

Subito i giornali dichiarano la fine della Seconda Repubblica. E’ bastato vedere Silvio farsi un po’ da parte e veder cadere le teste di Bossi Senior e del figlio trotoso per annunciare la fine di un’epoca.

Ma quale epoca?

Ma di che cazzo stiamo parlando?

La Seconda Repubblica non è mai esistita. Quella che stiamo vivendo è la solita, vecchia, rancida, parassitaria Prima Repubblica E Mezza. Fatta di gente corrotta, imbecille, assenteista, falsa idealista, anti storica, subdola.

Sono più di trent’anni che conosciamo il problema del finanziamento ai partiti, cancro della nostra istituzione per quanto dissangua il nostro sistema economico ma in parlamento c’è gente (gente?) come Cicchitto che si permette di dire che ”Va bene parlarne, ma non dev’essere materia di Governo”, così come la corruzione.

E’ come se un vostro amico, con la passione per le auto, scoprisse che la vostra non funziona perché ha i pistoni ormai da buttare così come il carburatore e vi sconsigliasse di andare dal meccanico. Perché tanto c’è tempo. Prima fai le altre cose, poi pensa a ripararla, ti dici. Solo che con quell’auto ci devi andare al lavoro, devi farci la spesa, andare in trasferta, portare la famiglia in gita e così via.

Ora applicate questo semplice ragionamento a un intero Paese che deve uscire dalla crisi. Si scopre (l’acqua calda) che soldi che possono servire a far ripartire il sistema vengono sperperati in rimborsi, auto blu, cucine, mignotte e trote e i vostri rappresentanti suggeriscono di lasciar perdere perché si deve pensare ad altro.

Ed ecco qui la gente che l’ha fatta franca a Di Pietro & Associati nei primi anni ’90. Corrotta fino al midollo, che pensa solo al proprio orticello e quello delle proprie 23 generazioni successive.

Non è un Bossi in meno a dar la svolta. E’ il Cicchitto che rimane.

I miei rinnovati complimenti a chi li ha votati e a chi continua a sostenerli.

Chi li vota se li merita. E’ un vero peccato però che vengano coinvolti anche tutti gli altri.

Voster Guido Ingenito

Related Posts with Thumbnails

Leave a Reply


Subscribe without commenting